sabato 6 settembre 2014

10 motivi per cui Apple respinge la tua applicazione


Photo: Mashable


Per molti sviluppatori la parte più stressante del lancio di una nuova applicazione é l’attesa dell’approvazione di Apple.


Tutto il lavoro di settimane o mesi di sviluppo può andare in fumo se non si riesce a superare l’esame di Apple.

Esiste già una serie dettagliata di linee guida per gli sviluppatori che spiegano i problemi comuni con l’App Store. Ultimamente la Apple ha rivelato i 10 motivi per cui un’applicazione può venire respinta dall’App Store. Alcune di questi motivi  sono evidenti, come per esempio i bug o i crash, altri sono meno lampanti ed alcuni sviluppatori potrebbero scoprire delle sorprese.

Al primo posto, tra i motivi di rifiuto, vi é con il 14% il non aver fornito informazioni sufficienti per i test. Al secondo posto vi sono con l'8% i già citati bug e crash. Al terzo posto a pari merito, con il 6 %, vi sono il mancato rispetto del “Developer Program License Agreement” ed il mancato soddisfacimento dei requisiti  richiesti da Apple relativamente alla user interface. Al quarto posto a pari merito con, il 5 %, vi é l’uso di nomi, descrizioni o screenshot non pertinenti con l’app e le sue funzionalità e l’uso di dichiarazioni o icone false, fraudolente o ingannevoli. Al quinto posto, con il 4%, vi é l’uso di nomi, descrizioni o screenshot che possano creare confusione. Al sesto posto, con il 2% dei rifiuti, vi é l’utilizzo di etichette come “beta”, “demo” o “test”.

 Il resto dei rifiuti sono dovuti ad “altri motivi” che peró non sono stati spiegati da Apple, tuttavia é stato spiegato che ognuna di queste ragioni non supera singolarmente il 2%. Questo messaggio agli sviluppatori é stato visto da molti come un aiuto in vista del rilascio nel nuovo iOS8 che si baserà su un nuovo linguaggio di programmazione.

Questo post è stato originariamente pubblicato su Mashable* .

*Mashable é la più grande fonte di informazione indipendente su cultura digitale, social media e tecnologia.